Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

regolamenti

Il Consiglio di Istituto

VISTO l’art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297;
VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275;
VISTO il D.I. 01/02/2001, n. 44;
VALUTATA l’opportunità di adottare un nuovo regolamento d’istituto, che va a sostituire integralmente quello attualmente in vigore, ritenuto non più in linea e coerente con i principi che connotano l’autonomia di cui sono state dotate le istituzioni scolastiche a decorrere dall’1/9/2000, nella seduta del 12.09. 2005

 EMANA
il seguente regolamento:
(aggiornato secondo il D.P.R  n° 249/1998; D.P.R. n° 235/2007; nota ministeriale 3602 del 31/7/2008; D.M. n. 5 del 16/1/2009)

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO

VISTI il DPR n.249 del 24 giugno 1998

VISTO il DPR n. 235 del 21 novembre 2007 

EMANA

il seguente regolamento che va a costituire parte integrante del Regolamento d’istituto e sostituisce ogni disposizione regolamentare precedente sulla stessa materia

Art. 1 - Premesse

Questo regolamento è formulato in attuazione di quanto previsto in materia di mancanze disciplinari degli studenti e relativi procedimenti e provvedimenti dagli artt. 4, 5 del DPR n.249/1998 e modifiche successive.

“I provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa e tendono al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all'interno della comunità scolastica, nonché al recupero dello studente attraverso attività di natura sociale, culturale ed in generale a vantaggio della comunità scolastica” (art.4 c.2 DPR 249/98).

A questo principio deve essere improntata qualsiasi azione disciplinare.

Regolamento approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 26/10/2012

Premessa

L’intera gestione, organizzazione e attuazione dei viaggi di istruzione o connessi ad attività sportive in Italia e all’estero, rientra nella completa autonomia decisionale e nella responsabilità degli organi di autogoverno delle istituzioni scolastiche (D.P.R. 275/99).
Per le parti non modificate o sostituite dal presente regolamento restano applicate le procedure precedentemente in uso nell’istituto e definite dal progetto Qualità.
Per gli aspetti non regolamentati dal presente regolamento resta il riferimento alle disposizioni ex vigenti (C.M. 291/92 e successive modifiche; C.M. 623/96).
Gli aspetti amministrativi e negoziali sono regolati dal D.I. 44/01, dal codice dei contratti D.Lgs. 163/06 e successive modificazioni, integrazioni e disposizioni regolamentari.

Accesso al laboratorio

L'accesso al laboratorio e l'uso dei PC è riservato agli alunni e agli insegnanti.
Gli alunni possono usare il laboratorio solo se accompagnati da un'insegnante.
Le classi accederanno al laboratorio secondo il calendario concordato a livello di Istituto.
Nei giorni e negli orari nei quali l'uso del laboratorio non è stato assegnato a nessuna classe, è possibile prenotarne l'uso secondo le modalità concordate a livello d'Istituto.
Nel caso in cui singoli insegnanti abbiano necessità di usare i computer durante l'orario assegnato a una classe, potranno farlo solo se ci saranno postazioni non utilizzate dagli alunni.

Uso dei computer

Poichè il laboratorio è utilizzato da molte persone, è necessario rispettare le seguenti regole nell'utilizzo:

Il laboratorio è un luogo di lavoro e pertanto è soggetto alla Legge 626 sulla prevenzione e la sicurezza sul lavoro. Gli studenti sono assimilati ai lavoratori e il personale ai preposti e/o  ai lavoratori in relazione alle funzioni al momento esplicate.

Abbonamento a regolamenti

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.56 del 21/06/2017 agg.08/08/2017